Nella repubblica dell’abboffo tutti fanno beneficenza e volontariato …o così sembra, mentre sta per partire un’altra operazione simil ambientalista voluta da De Luca

 

Lo giuro! 

Ci ho provato a stare zitto… anche io ma è più forte di me.

Ci sono molte cose che andrebbero chiarite in questa  Repubblica dell’abboffo, ci sono molte cose che andrebbero spiegate.

La beneficenza per esempio.

Oh! certo io ci credo, ma quanto dei proventi andranno in beneficenza?

Ci sono persone che dicono di fare beneficenza, vanno a casa della gente ad amministrare sacramenti e poi chiedono l’offerta che non finisce nella cassetta della Chiesa, ma nelle loro tasche, è beneficenza pure questa?

Mi ricorda tanto il motto riformistico:” Quando cade il soldin nella cassetta l’anima sale in cielo benedetta”, solo che allora scoppiò la riforma protestante e qui invece non scoppia niente!

Perché non cominciamo tutti ad aprire questi benedetti occhi foderati di piombo altro che prosciutto! 

C’erano un sacco di giovani ai banchetti ieri sera, erano tutti a gratis?

Stavano facendo volontariato?

E se invece avessero ricevuto un compenso, qualcuno mi vorrebbe  spiegare come è stata fatta la selezione?

E tutte quelle rose scaricate alla pizza a metro per la cena di stasera?

Offerte da qualche anima buona pure quelle?

Ho visto molta gente all’acquisto del ticket, 20 euro, chiedere una ricevuta che non hanno avuto.

È vero i ticket erano numerati, ma si sa che a pensar male ci si indovina quasi sempre.

Una cosa la posso dire con certezza: qui a Vico Equense lo hanno dimenticando tutti, Sindaco e assessori e presidenti e amministratori in testa, sto parlando del  motto di Gesù, e ve lo ricorda uno che come me a messa non ci va e non amministra sacramenti: «Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».

A Vico sembra che tutti abbiano dimenticato tutte le altre  parole che continuano a uscire dalla bocca di Dio, anzi Dio è stato spazzato via dai repubblicani della cucina.

Gli chef sono cuochi e basta e a Vico Equense non è che ieri si sia mangiato chissà che o chissà come!

Altre sono le cose da dire o da accertare e che nessuno dice: sembrerebbe che un ingegnere che fosse molto addentrato nei lavori per la pubblica illuminazione, sia stato arrestato.

Oppure capire perché ormai l’ AVF, ovvero l’Associazione dei Volontari del Faito si occupi ormai di tutto: dalla protezione civile, al Banco di Santa Croce, al Faito e alle spiagge!

Già, le spiagge, leggo su Positano news un comunicato ovvero: che i cittadini possono andare su ogni lido e fare il bagno su un bagnasciuga largo tre metri senza pagare niente.

Consiglio a chiunque di andare a mare munito di metro e vedere poi cosa succede.

Un consiglio: continuate a portare la lettera al protocollo, intasatelo di lettere singole, fatevi riconoscere, metteteci tutti la faccia e poi vediamoci tutti, ma dal vivo, per una pizza da qualche parte con le priorità da far rispettare in questo paese!

Il 7 giugno alle 18,30, alla SS. Trinità si consumerà l’ennesima farsa di finto ambientalismo di questo comune che va a braccetto con questa regione.

La gestione e lo sviluppo dei sentieri e la presentazione della Legge Regionale sulla sentieristica.

Facce da teatrino presenteranno quello che si configura essere un attacco a ciò che ancora non è stato manomesso dal cemento e dalla illuminazione pubblica selvaggia.

Possiamo ancora fare qualcosa ma dobbiamo vederci di persona e ognuno deve metterci la propria faccia e il proprio tempo, altrimenti penseranno sempre che sia la solita opposizione feisbucchiana!

E allora riportiamo l’attenzione su queste problematiche: fare in modo che una famiglia intera possa permettersi una giornata di mare senza dover pagare cifre astronomiche, spiegare ad un turista che si può passeggiare liberamente su una spiaggia, abbattere muri e cancelli che ne vietano il passaggio, mentre ai Consiglieri di opposizione consiglierei azioni più rimarchevoli e un po’ di visibilità, visto che la stragrande maggioranza della gente non sa nemmeno che c’è una opposizione e crede che sia solo quella che si fa on line.

 

(Articolo di Franco Cuomo, Responsabile del Circolo Territoriale VAS di Vico Equense Giovanni Esposito”, pubblicato con questo titolo il 5 giugno 2017 sul suo blog “Cronache da Agharta”)

 

 

 

 

What's your reaction?
Thank you for your vote!
Post rating: 0 from 5 (according 0 votes)

Aggiungi Un Commento

Rimani sempre aggiornato

Cambia il pianeta insieme a noi, rimani informato con la newsletter VAS

Powered by: nabo.digital © 2024. All Rights Reserved.

vai su