Lipu, in Europa in 10 anni +70% di specie uccelli a rischio

 

Un balzo in avanti del 70% in soli 10 anni: gli uccelli selvatici ad alto rischio di estinzione passano in Europa dalle 40 specie del periodo 1990-2000 alle 68 del periodo 2000-2010.

È l’informazione più rilevante, e preoccupante, della nuova edizione di “Birds in Europe 3”: un rapporto redatto dalla ong animalista Birdlife International (dopo quelle del 1994 e del 2004) e presentato oggi all’Assemblea nazionale di Lipu-BirdLife Italia, in svolgimento a Parma.

Birds in Europe 3 ha preso in considerazione 541 specie di uccelli selvatici in 50 Paesi europei, con il contribuito di migliaia di ornitologi e appassionati in tutta Europa.

Fra le specie “Spec 1” (in uno stato di conservazione sfavorevole e minacciate a livello globale), in Italia ci sono la berta minore, specie pelagica la cui popolazione mondiale nidificante risiede per il 65% proprio nel nostro paese, e il nibbio reale, rapace diurno concentrato nei paesaggi agricoli e steppici del sud Italia.

Ci sono poi cinque specie ancora cacciabili, nonostante siano “SPEC 1”: coturnice, moriglione, pavoncella, tortora selvatica e tordo sassello.

La Lipu ha scritto di recente a Ispra, Regioni e Ministero dell’Ambiente chiedendo di escludere subito queste specie dalla lista delle cacciabili.

 

(ANSA del 20 maggio 2017, ore 18:29)

What's your reaction?
Thank you for your vote!
Post rating: 0 from 5 (according 0 votes)

Aggiungi Un Commento

Rimani sempre aggiornato

Cambia il pianeta insieme a noi, rimani informato con la newsletter VAS

Powered by: nabo.digital © 2024. All Rights Reserved.

vai su